Registro anagrafico

A PROPOSITO DI REGISTRO ANAGRAFICO: ecco il testo della delibera n° 83, approvata dal Consiglio di Zona 1, in data 15.03.2007, con 13 voti favorevoli, 4 contrari, 3 astenuti.

MOZIONE URGENTE PER LA PIENA APPLICAZIONE DELLA LEGGE 24 DICEMBRE 1954, N. 1228 A SOSTEGNO DEL RICONOSCIMENTO DI DIRITTI ALLE PERSONE CHE VIVONO IN CONVIVENZA NON MATRIMONIALE

IL CONSIGLIO DI ZONA 1-MILANO

PREMESSO
… Che compito di questa amministrazione e del governo è di garantire alle persone i diritti civili e sociali (come sancito dall’art. 2 e 3 della Costituzione), senza discriminare coloro che affidano i propri progetti di vita a forme diverse di convivenza, siano esse tra persone di sesso diverso o dello stesso sesso;

TENUTO CONTO
che la legge 24 dicembre 1954 n. 1228 “Ordinamento anagrafico della popolazione residente”, all’art. 1 prevede che l’anagrafe della popolazione residente deve essere tenuta registrando “le posizioni relative alle singole persone, alle famiglie e alle convivenze”; che il Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 1969 n. 223, Regolamento d’esecuzione della predetta legge, all’art. 1 specifica che “l’anagrafe è costituita da schede individuali, di famiglia e di convivenza”.

EVIDENZIATO
che l’art. 4 dello stesso Regolamento di esecuzione, rubricato “Famiglia anagrafica” riconosce che “agli effetti anagrafici per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozioni, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune”

VISTO
che l’art.. 33 del Regolamento d’esecuzione stabilisce che l’ufficiale di anagrafe deve rilasciare certificati anagrafici relativi allo stato di famiglia e che ogni altra posizione desumibile dagli atti anagrafici “può essere attestata o certificate, qualora non vi ostino gravi e particolari esigenze di pubblico interesse, dall’ufficiale di anagrafe d’ordine del sindaco”.

CHIEDE AL SINDACO E ALLA GIUNTA COMUNALE
• di dare istruzioni all’ufficio anagrafe, in ogni sua sede, anche decentrata, affinché rilasci ai componenti delle famiglie anagrafiche che ne facciamo richiesta, ai sensi dell’art., 33, comma 2 del D.P.R. 30 maggio 1989, l”Attestazione di famiglia anagrafica basata su vincoli di matrimonio o parentela o affinità o adozioni o tutela o vincoli affettivi” (come riconosce l’art. 43 dello stesso Regolamento di esecuzione), quale pubblica attestazione delle risultanze delle schede di famiglia tenute ai sensi dell’art. 21 D.P.R. 30 maggio 1989;
• di deliberare che siano predisposte le opportune modifiche alla relativa modulistica;

IMPEGNA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI ZONA 1
A trasmettere urgentemente la presente Mozione urgente al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale e ai presidenti dei gruppi consiliari

f.to
Elena Grandi

Aggiungi un commento