San Marco, gatti ospiti dei partigiani

Mobilitati gli animalisti Oggi gli amici degli animali collaboreranno alle operazioni di pulizia dei locali: realizzato un ingresso per i mici

Stivaloni, un paio di guanti, buona volontà e un veloce passaparola tra amici dei gatti. Questo occorre per dare una casetta ai mici della colonia di via San Marco. Oggi (l’appuntamento è al Ponte delle Gabelle alle 14), cominceranno la pulizia e lo svuotamento di una porzione delle cantine della palazzina ex Archivio, assegnata in affitto all’Associazione partigiani dal Comune.Grazie a un accordo raggiunto dalla presidente della commissione Ambiente di zona 1, Elena Grandi, con Anpi e la Asl che ha verificato la fattibilità del progetto, lì potranno trovare ospitalità i mici, che già la occupavano, prima dell’affidamento ai partigiani. La speranza è che, grazie all’aiuto dei volontari, si possa predisporre il ricovero per i felini prima dell’arrivo del gelo. A sovrintendere ai lavori ci sarà anche Massimo Rocco, medico veterinario della Asl. Una delle bocche di lupo oggi chiuse da grate sarà modificata e attrezzata con una gattaiola per consentire ai mici di entrare durante la notte e ripararsi dal freddo.La coabitazione di mici e partigiani è l’unica soluzione per evitare che la colonia, decimata dai rigori dello scorso inverno e in parte disturbata dai lavori in corso per il ripristino dell’ex Naviglio, sparisca definitivamente.

 

Paola D’Amico

Via: Corriere della Sera

Aggiungi un commento