IL VERDE URBANO

IL VERDE URBANO, con la Commissione stiamo lavorando, insieme all’assessorato e ad alcuni tecnici, al progetto di una nuova stesura di un più completo regolamento del verde: che preveda non solo le regole per l’uso del verde da parte dei cittadini ma anche quelle per la sua manutenzione. E non solo del verde pubblico ma anche di quello privato che, ad oggi, non è oggetto di alcuna regolamentazione.
Quello che vorrei è una migliore e più tempestiva manutenzione ordinaria, maggiore cura (e coerente con le diverse tipologie dei nostri spazi verdi) dei parchi e degli alberi; con minori interventi per aiuole fiorite le cui piante stagionali richiedono oggi costosissime sostituzioni periodiche; con un maggiore uso di piante rifiorenti ornamentali e di specie autoctone;  con l’utilizzo di specie che aiutino la ripopolazione di uccelli, farfalle, ecc.
Infine, stiamo puntando ad un maggiore e più efficace controllo del lavoro delle società che hanno in appalto la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde urbano. In quest’ottica, e in linea con il progetto di un autentico decentramento, si dovrà fare in modo che i Consigli di Zona abbiano non solo poteri consultivi ma di reale controllo e di gestione dell’appalto per la manutenzione del verde.
Nel frattempo il progetto dei Giardini Condivisi sta sviluppandosi sempre più e non solo nella Zona 1. Le associazioni che chiedono di avere in cura e di condividere con i residenti dei quartieri piccoli appezzamenti di terra sono sempre più numerose.

Aggiungi un commento