Biodiversità: flora autoctona, api e farfalle nella nuova visione del verde milanese

 

 

Una città può dirsi davvero sostenibile e bella quando il suo verde pubblico e privato, gli spazi comuni, i parchi, i piccoli giardini, i terrazzi, si trasformano in luoghi “consueti”: luoghi nei quali si possa riconoscere gli alberi, le piante, i fiori, gli insetti e i piccoli animali che li abitano come appartenenti alla nostra tradizione, al nostro mondo rurale; luoghi non solo da guardare e da ammirare, ma anche da vivere e da condividere.

L’Amministrazione Pubblica si sta muovendo in questa direzione; con l’intento di valorizzare e di sostenere sempre più il prezioso patrimonio della biodiversità di flora e fauna e di creare connessioni tra ambiti diversi (campagne, periferie, centri urbani): gli alberi, i cespugli e i fiori delle nostre pianure e, con loro, api e farfalle, diventeranno presto una parte imprescindibile del verde urbano milanese.

In linea con questa nuova tendenza,  il Consiglio di Zona 1 ha patrocinato un convegno sul tema della biodiversità in ambito urbano che si terrà Sabato 1 marzo, dalle 14.30 alle 18.30, presso l’aula magna del Museo Civico di Storia Naturale. La conferenza – promossa dall’Associazione Vivai ProNatura e che si avvarrà del contributo di professori universitari agronomi e botanici – si rivolge non solo agli addetti ai lavori, ma anche, e soprattutto, a tutti i Milanesi che credono nell’importanza di una nuova visione del verde urbano e nella valorizzazione del prezioso patrimonio della flora e della fauna autoctone della Lombardia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi un commento