Niente panchine in corso Sempione
Una città accogliente e sostenibile è anche una città ricca di luoghi in cui sostare, sedersi, conversare. Ma vi sono situazioni in cui la posa di centinaia di nuove sedute aumenterebbe la problematicità di aree che, nelle ore notturne, diventano sovraffollate oltre ogni limite e che, purtroppo, sono spesso utilizzate in modo improprio. Per le aiuole del tratto pedonale di Corso Sempione troveremo un’altra soluzione: nel rispetto dell’ambiente e del verde pubblico, dei diritti dei residenti e di quelli dei giovani, delle esigenze dei commercianti.

Un chiarimento (a scanso di prevedibili polemiche): stiamo parlando di 400 sedute (leggi plateatici gratuiti) che i commercianti guadagnerebbero con la “sponsorizzazione” delle aiuole antistanti ai loro locali. Dobbiamo trovare un’altra soluzione: che rispetti anche il diritto al divertimento di tutti ma che non sia il solito modo surrettizio d fare accordi con alcune categorie.

Elena

Aggiungi un commento